Le opere d’arte «Nimbus» di Berndnaut Smilde rappresentano attimi di presenza fugace in luoghi ben precisi. A Smilde interessa soprattutto il carattere temporaneo dei suoi lavori: «Da sempre l’uomo sente un forte legame metafisico con le nuvole e col passare del tempo ha proiettato su di loro molte fantasie. Le installazioni durano solo pochi secondi e spariscono subito dopo. Possono essere interpretate come una rappresentazione della fugacità o dell’origine. La componente fisica è fondamentale, ma dell’opera alla fine resta soltanto una fotografia. Le foto fungono da documentazione di un evento avvenuto in un determinato luogo e che appartiene oramai al passato».