Scelta della lingua

Selezionare la lingua desiderata.

Andri Ragettli > Ambasciatori > Sponsoring > Audi Svizzera

Andri Ragettli

  • Ragettli_header_1400x438.jpg
Ragettli_header_1400x438.jpg

Andri Ragettli – Sciatore freestyle

Gravity what? Pare che le leggi della forza di gravità non valgano per Andri Ragettli. O, per meglio dire, non lo riguardano. Andri Ragettli (21 agosto 1998) è uno sciatore freestyle svizzero di Flims, nel canton Grigioni. Nato nei pressi della località di freestyle Laax, si può dire che sia venuto al mondo con gli sci già ai piedi. All’età di dieci anni Andri partecipava già alle gare delle mete sciistiche europee più rinomate, fra cui gli Junior X-Games di Tignes. A soli due giorni dal suo 15o compleanno, nel mese di agosto del 2013, Andri stava già festeggiando il suo debutto in una gara di coppa del mondo in Nuova Zelanda. Nella primavera dello stesso anno, il quattordicenne si stava già dando da fare affinché il suo nome non venisse dimenticato facilmente dal mondo dei freestyler: al Nine Knights di Livigno è riuscito a fare la sua prima tripletta! Nel mese di marzo del 2015 ha conquistato il suo primo podio, alla coppa del mondo di Silvaplana. Andri ha continuato a migliorarsi costantemente, per poi, nel 2016, scrivere la storia: in occasione degli X-Games, durante una gara, è stato il primo sciatore freestyle in assoluto a riuscire a eseguire una tripletta back-to-back. Ma nel 2016 Andri non ha brillato solo durante gli X-Games: le medaglie sono fioccate anche ad Andorra, Boston, in Nuova Zelanda e a Silvaplana. E il meglio doveva ancora venire: a soli 17 anni Andri Ragettli è stato il vincitore della coppa del mondo di slopestyle, e ha portato a casa l’ambita sfera di cristallo. Nella stagione del 2017, Andri ha di nuovo superato di parecchio i suoi standard, riuscendo a diventare il primo sciatore della storia, a soli 18 anni, a eseguire il quad cork 1800: un salto quadruplo con cinque rotazioni sul proprio asse. La stagione più ricca di successi, però, è stata per Andri quella del 2018: in quella stagione è stato in grado di aggiudicarsi delle medaglie ad ogni gara di coppa del mondo a cui ha partecipato. Dopo che è stato anche il primo svizzero in assoluto a vincere una medaglia di slopestyle agli X-Games, ha coronato la stagione vincendo di nuovo la coppa del mondo di slopestyle FIS. Ai giochi olimpici invernali di Pyeongchang, Andri è riuscito a qualificarsi in finale, in cui poi ha ricevuto un titolo olimpico piazzandosi in settima posizione. Agli Audi Nines 2019, a Sölden, ha entusiasmato gli spettatori con il primo quad cork 1980 e ha conquistato il terzo posto nella classifica generale della coppa del mondo, per la prima volta nella disciplina del big air. Ma Andri non fa parlare di sé solo nel mondo dello sci: i video dei suoi allenamenti indoor sono pazzeschi e diventano regolarmente virali. Il suo clip più famoso, che l’ha reso noto a tutti come «Swiss Ninja Warrior», ha ottenuto sul web 40 milioni di visualizzazioni. I suoi contributi vengono condivisi dalle più importanti pagine Facebook e di informazione, tra cui Sportbible, People are Awesome e perfino la CNN e la BBC.