• A4 Avant g-tron
    A4 Avant g-tron

    Consumo di carburante combinato*: 4.3–3.8 l/100 km CNG | Benzin 6,5–5,5 l/100 km

    Emissioni di CO2 combinate*: 117–111 g/km CNG | Benzin 147–139 g/km

    Nell’attuale model year (2018) l’Audi A4 Avant g-tron è già esaurita e pertanto non più ordinabile al momento. Dal vostro partner Audi potete trovare le vetture attuali usate.

  • A5 Sportback g-tron
    A5 Sportback g-tron

    Consumo di carburante combinato*: 4.3–4.1 l/100 km CNG | Benzin 6,4–6,1 l/100 km

    Emissioni di CO2 combinate*: 115–111 g/km CNG | Benzin 147–139 g/km

    Nell’attuale model year (2018) l’Audi A5 Sportback g-tron è già esaurita e pertanto non più ordinabile al momento. Dal vostro partner Audi potete trovare le vetture attuali usate.

  • Modelli Audi g-tron
Standort Brüssel
Produzione di Audi Bruxelles

Nuovi stabilimenti

Sta per essere lanciato il primo modello Audi di serie a trazione puramente elettrica e sta dunque per iniziare una nuova era per quanto riguarda la mobilità Audi. Non solo le vetture del marchio dei quattro anelli, anche gli stabilimenti di produzione si stanno preparando alle esigenze del futuro – a iniziare da Audi Bruxelles.

Bruxelles

Bruxelles sarà il nuovo snodo centrale di Audi per la mobilità elettrica nella produzione in serie

L’evoluzione implica dei cambiamenti. Un processo trasferibile anche sullo stato attuale della nostra mobilità che si trova in una fase di trasformazione pressoché rivoluzionaria. I protagonisti: le trazioni alternative e la tecnologia all’avanguardia che già oggi consentono, in parte, la guida automatizzata e autonoma – e che in futuro svilupperanno tale capacità. Passo dopo passo, la svolta è sempre più percepibile. I nuovi modelli di serie e le attuali concept car di Audi circolano già quali precursori del futuro, ma la trasformazione non riguarda solo le serie di modelli del marchio dei quattro anelli bensì anche altri ambiti, tra cui la produzione: ad esempio lo stabilimento di Bruxelles. Nella capitale belga, l’evoluzione ha già assunto chiari tratti: nei prossimi anni, l’attenzione sarà rivolta alla mobilità elettrica. In concreto, ciò significa che lo stabilimento situato nel comune di Forest, nella parte sudoccidentale della capitale belga, si occuperà della produzione del primo modello Audi di serie a trazione puramente elettrica. A tal fine, negli ultimi anni sono state introdotte le prime misure di conversione per quanto riguarda la costruzione della carrozzeria, la verniciatura e l’assemblaggio. Inoltre, dietro ai portoni dello stabilimento è stato allestito un proprio centro di produzione di batterie.

Il sito di produzione di Bruxelles punta su una produzione energetica sostenibile

Oltre alla trasformazione dello stabilimento e alla produzione del modello di serie a trazione puramente elettrica, un ulteriore aspetto riveste grande importanza nel sito produttivo di Bruxelles: produzione energetica sostenibile con l’obiettivo di fornire agli stabilimenti energia possibilmente ecocompatibile. A tal fine, per coprire il fabbisogno energetico viene impiegata corrente elettrica rinnovabile prodotta con energia idraulica. L’approvvigionamento di corrente elettrica può inoltre contare su un’ulteriore fonte energetica rinnovabile: sui tetti dello stabilimento è stato installato il più grande impianto fotovoltaico della regione di Bruxelles con una superficie di 37’000 m². L’impianto produce ben 3000 MWh di energia elettrica all’anno. Attraverso l’impiego di corrente elettrica rinnovabile, le emissioni di CO2 vengono ridotte ogni anno di ben 14’230 tonnellate. Inoltre, grazie a un sofisticato sistema di ventilazione nel reparto di verniciatura, il consumo energetico viene ridotto ogni anno complessivamente di 8159 MWh. Per di più, alla rete è collegato un impianto di cogenerazione. L’impianto modulare genera due megawatt di energia elettrica sfruttando il calore prodotto per l’approvvigionamento di acqua calda. Ma nel sito produttivo di Bruxelles, con ciò non si è ancora giunti alla meta, ci sono ulteriori obiettivi da raggiungere per il futuro: attraverso ulteriori progetti innovativi, nei prossimi anni dovranno essere migliorati i valori a favore dell’ambiente, ad esempio mediante processi logistici sostenibili.

Il sito di produzione di Bruxelles
Bruxelles



Patrick Danau, direttore generale Tecnologia e logistica nonché portavoce della Direzione commerciale di Audi Bruxelles, spiega: «Audi intende plasmare già oggi attivamente il futuro attraverso nuove tecnologie e progetti intelligenti. Per tale ragione, il tema della sostenibilità non è più da tempo incentrato solo sulle emissioni generate dalle vetture. Audi considera la catena di processi e prodotti appartenente alla mobilità nella sua totalità – dalla produzione passando per l’utilizzo fino al riciclaggio.» Anche se la trasformazione non è ancora conclusa al 100%, lo stabilimento di Bruxelles situato nel comune di Forest è già oggi pronto per la mobilità di domani. Evoluzione significa cambiamento. Un processo fluido che richiede comunque tempo – proprio quando si affronta un tema complesso come quello della mobilità.



Fatti e cifre


Sito di produzione di grande tradizione
Prima dell’acquisizione dello stabilimento da parte di AUDI AG nel 2007, il sito di produzione apparteneva dal 1970 a VOLKSWAGEN AG e fabbricava diversi modelli del Gruppo industriale Volkswagen. Dopo l’acquisizione, lo stabilimento di Bruxelles – che oggi occupa ben 3000 dipendenti – ha assunto un ruolo centrale all’interno del Gruppo industriale Audi. L’avvio della produzione dell’Audi A11, alla quale sono seguiti altri modelli della serie, ha segnato nel 2010 un importante momento in questo processo di evoluzione. A partire dal 2018, lo stabilimento di Bruxelles produrrà il primo modello di serie a trazione puramente elettrica del marchio dei quattro anelli, in esclusiva per il mercato mondiale. Di conseguenza, la produzione dell’Audi A11 sarà spostata gradualmente da Bruxelles a Martorell in Spagna.

Fatti e cifre
Map